Compresa
Per i resi
Gratuita

1

Quale Chrysler desideri ottimizzare?
Verifica adesso quali riserve di potenza è possibile usare nella tua Chrysler.
CONFIGURAZIONE DEL VEICOLO

Aiuto differenziazione CR / PI

In alcune serie di modelli di Audi, Seat, Skoda e Volkswagen con motore 2.0 TDI si impiega sia la tecnologia CR sia quella PI.

Il chip tuning RaceChip è adattato specificatamente sia per software che per hardware sulla relativa tecnologia a iniezione. Se la tua auto si trovasse in fondo nella lista dei modelli coinvolti (in tutti gli altri modelli si impiega solo una tecnologia del 2.0 TDI), è importante che tu stabilisca prima della selezione del relativo prodotto di chip tuning, quale tecnologia a iniezione è inserita nella tua auto. Trovi quindi nei modelli interessati l’abbreviazione “CR” o “PI” in base al tipo di motore.

Potenza Serie modelli coinvolte Codice motore CR Codice motore PI
100kW (136hp) Audi: A3 (8P), A6 (C6)
Volkswagen: Golf Plus, Jetta V, Passat B6
CAGB, CBAA, CFFA AZV, BMA, BNA, BRF
103kW (140hp) Audi: A3 (8P)
Seat: Altea (5P)
Skoda: Octavia (1Z), Superb (3T)
Volkswagen: Caddy (2K, 2C), Eos (1F), Golf V,
Golf VI, Jetta V, Passat B6, Touran (1T)
CBAB, CBDB, CFFB,
CFHC, CJAA, CLCB,
CLJA
BKD, BKP, BMM, BMP

Se la tua auto si trova nella lista e non sei sicuro se si tratta di una versione CR o PI, allora segui semplicemente una delle sequenze descritte sotto per l’identificazione di CR e PI.

Identificazione attraverso il codice alfanumerico del motore

Per la PI, il codice motore comprende 3 cifre, per il CR comprende 4 cifre. Trovi il codice motore della tua auto ad es. nella scheda tecnica del tuo opuscolo di assistenza o sull’adesivo dei dati nel vano motore.

Identificazione in base alle foto del motore per CR e PI

Common-Rail (CR)
Pompa a iniezione (PI)
Motore Common Rail installato di traverso
CR traverse
Motore Common Rail installato di lungo
CR longitudinal
Motore con pompa a iniezione installato di traverso
PD traverse
Motore con pompa a iniezione installato di lungo
PD longitudinal

Identificazione attraverso il nostro servizio clienti:

Se i passaggi qui descritti non ti aiutano, contatta il nostro servizio clienti. Ti aiutiamo sempre volentieri. Contatti

  • Spedizione
    entro 24 ore
  • Spedizione
    gratuita in Europa
  • 30 giorni
    diritto di recesso

FINO AL 30% DI PRESTAZIONI IN PIÙ
PER LA TUA Chrysler.

<b>FINO AL 30% DI PRESTAZIONI IN PIÙ</b>
L’applicazione RaceChip Regola la potenza della tua auto con il tuo smartphone
RaceChip nei media I nostri prodotti sono assegnatari di numerosi test
CONFIGURAZIONE DEL VEICOLO

Porta il tuo veicolo al livello successivo!

Guidi un’auto non solo per arrivare alla meta? Le strade piene di curve ti danno una scarica di adrenalina? Per fortuna ci hai trovato! Ti aiutiamo ad attivare la massima prestazione del tuo veicolo e ti garantiamo che non vorrai più scendere dalla tua auto.

Porta il tuo veicolo al livello successivo!

Guidi un’auto non solo per arrivare alla meta? Le strade piene di curve ti danno una scarica di adrenalina? Per fortuna ci hai trovato! Ti aiutiamo ad attivare la massima prestazione del tuo veicolo e ti garantiamo che non vorrai più scendere dalla tua Chrysler.

Nuovi video ogni mese!

Iscriviti al nostro canale YouTube per ottenere regolarmente approfondimenti e storie su RaceChip!

Creato su misura per Chrysler

Rendi più potente la tua auto con RaceChip

Chrysler è un produttore di auto statunitense che in seguito alla crisi economica è diventato parte del gruppo Fiat Chrysler.

Originariamente l’azienda viene fondata dall’ingegnere ferroviario Walter P. Chrysler che mette sul mercato nel 1924 la Chrysler Six, un modello di cui vengono venduti 32.000 esemplari. Già alla fine del 1925 ci sono negli Stati Uniti più di 3.800 rivenditori di automobili Chrysler. Nel 1928 quindi il successivo grande passo nello sviluppo dell’azienda. Chrysler assorbe per scambio azionario un’azienda cinque volte più grande la Dodge Brother Inc. e diventa così in un battibaleno uno dei tre maggiori produttori americani di automobili.

Oltre a veicoli leggendari come la Cabrio Le Baron uscita nel 1981, Chrysler ha anche inventato generi completamente nuovidi veicoli. Nel 1983 Chrysler presenta con il Minivan Voyager, a tutt’oggi ancora amatissimo, una forma di carrozzeria fino allora sconosciuta che si guadagna però d’ora in avanti grande popolarità. Ancora oggi la Chrysler continua a vendere il suo Voyager con successo anche se il monovolume nel frattempo viene venduto negli Stati Uniti come Chrysler Town & Country. Nella versione Voyager, Grand Voyager o Town & Country sono stati venduti fino a oggi quasi dieci milioni di esemplari. Con RaceChip godono di grande popolarità soprattutto i motori 2.5 CRD e 2.8 CR di Voyager e Grand Voyager. Nel modello attuale del Grand Voyager con il RaceChip Pro 2 è possibile aumentare la potenza del 2. CRD da 143 CV e 320 Nm di serie a 186 CV e più di 400 Nm di coppia. Così il vostro van familiare ottiene la potenza sufficiente per portare alla meta in modo sicuro e veloce la famiglia. Nel 2.8 CRD è possibile aumentare la potenza di serie con il chip tuning stabilito specificatamente per questi motori Chrysler tramite Ultimate addirittura da 163 CV e 360 Nm a 194 CV e completi 446 Nm.

Nel 1987 avviene per Chrysler quindi la successiva acquisizione e un altro marchio leggendario entra a far parte dell’azienda. Con la American Motors Corporation (AMC), Chrysler acquisisce il marchio Jeep, conosciuto soprattutto per i suoi fuoristrada.

Negli anni ‘90 Chrysler si dedica quindi ad un successivo ampliamento del suo portfolio prodotti. Ecco allora che compare sotto il marchio Chrysler la berlina di classe superiore 300M, fino ad oggi un modello amato dai fan del design automobilistico americano.

Nel 1998 la Chrysler Corporation festeggia i suoi 75 anni di attività e proprio in quell’anno avviene la fusione con la Daimler-Benz AG per creare la DaimlerChrysler AG. Nel nuovo millennio nascono modelli come la PT Cruiser che è disponibile anche come roadster, la Sebring, la Sportcoupé Crossfire (disponibile anche come roadster) e i nuovi modelli della serie 300: la 300C e la 300 C Touring. Noi di Race Chip offriamo specificatamente anche per questi modelli il nostro tuning motore. Con Ultimate ricavate dalla vostra Chrysler 300 C con un motore 3.0 CRDI una potenza maggiore di 66 CV e una coppia di 154 Nm. Da una potenza di serie di 239 CV si ottengono quindi 305 CV e da 550 Nm di coppia si raggiungono incredibili 704 Nm. Il tuo 300 C ti regalerà un piacere di guida ad un livello completamente nuovo.

Dopo la fusione con Daimler ed un breve intermezzo con l’investitore finanziario Cerberus, Fiat ha acquistato nel frattempo il controllo della Chrysler e i marchi aziendali fusi insieme firmano oggi usando il nome di Fiat Chrysler Automobiles (FCA).

Novità

Semplicemente più veloce, adesso diventa ancora migliore: il nuovo RaceChip GTS

Semplicemente più veloce, adesso diventa ancora migliore: il nuovo RaceChip GTS

Solo poco tempo dopo la presentazione del nuovo prodotto di punta GTS Black, il leader di mercato per il chiptuning RaceChip presenta il suo fratello minore: il GTS. Il GTS sostituisce quello che è stato il modello premium finora nella gamma di prodotti, l’Ultimate, e si basa allo stesso modo sull’architettura della piattaforma sviluppata in maniera completamente nuova della seconda generazione di prodotti RaceChip.

The post Semplicemente più veloce, adesso diventa ancora migliore: il nuovo RaceChip GTS appeared first on RaceChip News.

CONTINUA

Il nuovo prodotto di punta di chiptuning di RaceChip

Il nuovo prodotto di punta di chiptuning di RaceChip

RaceChip completa la sua gamma di prodotti con il GTS Black, il prodotto di punta completamente nuovo sviluppato dal leader di mercato di Göppingen per l’incremento elettronico della potenza. Con il suo hardware di elevata qualità, un software ulteriormente migliorato e un pacchetto di garanzia completo, il GTS Black si rivolge soprattutto al conducente di potenti motori diesel e benzina a partire da 200 cv.

The post Il nuovo prodotto di punta di chiptuning di RaceChip appeared first on RaceChip News.

CONTINUA